Intelligenza Artificiale e Healthcare con Pascalino

Intelligenza artificiale per l'Istituto Pascale di Napoli

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Grazie alla collaborazione tra la l’Istituto Tumori Pascale di Napoli e le due aziende toscane QuestIT e Ready Go One, il settore Healthcare ha un alleato in più: virtuale ma estremamente intelligente.

Pascalino è un Assistente Virtuale al servizio del cittadino in grado di rispondere alle sue richieste sempre, senza limiti di orario, un dipendente virtuale al servizio dell’Istituto Nazionale Tumori che non si ferma mai. Nemmeno per una pausa caffè.

Il suo utilizzo è semplice: basta entrare sulla home del sito e premere l’icona celeste in basso a destra per chattare o interrogare Pascalino con la voce, in tempo reale, sulle informazioni che vogliamo in merito alle prestazioni che può offrire la struttura sanitaria.

Cosa può fare Pascalino per l’Healtcare

Interagendo con Pascalino sarà possibile:

  • Ottenere la procedura da seguire per prenotare un ricovero
  • Prenotare una prestazione ambulatoriale
  • Richiedere un certificato di ricovero
  • Richiedere la propria cartella clinica
  • Scaricare referti ed esami
  • Richiedere Radiogrammi
  • Ottenere informazioni sulle singole patologie e contatti dei singoli reparti

Ma c’è di più.

L’Healtcare a servizio del cittadino

L’Intelligenza Artificiale applicata al settore Healtcare è in grado di potenziare l’intera struttura sanitaria, fornendo al cittadino la possibilità di avere un canale di comunicazione diretto con l’Istituto per trovare in tempo reale le informazioni richieste.

Questo implica una semplificazione dei servizi e, soprattutto, una riduzione dei tempi di attesa. Per avere un’informazione basterà semplicemente fare una domanda senza dover attendere ore al telefono prima che si liberi la linea di un centralino.

La filosofia alla base dell’intero progetto è quindi quella di avvicinare sempre più i pazienti all’Istituto, di rendere più fruibili le procedure e contemporaneamente di affidarsi a un sistema automatico e altamente innovativo per l’utente, così da rendere più semplice la richiesta di informazioni e la prenotazione delle prestazioni.

Grazie agli utenti stessi, inoltre, Pascalino può migliorare le sue performances. Dotato di autoapprendimento automatico, il sistema può ampliare la sua conoscenza di base grazie proprio alle domande degli utenti, anche quelle più complesse. Nel caso in cui l’assistente virtuale non contenga nella sua conoscenza le informazioni necessarie per rispondere all’utente, gli operatori potranno integrare nuove domande e risposte nella conoscenza di base, per renderlo nel tempo sempre più preciso ed evoluto.

I numeri di Pascalino

Pascalino, da maggio a novembre 2020, ha riportato:

  • Numero di conversazioni: 11778 utenti hanno interagito con Pascalino
  • Numero di messaggi: 25498 messaggi scambiati in totale con Pascalino
  • Profondità media delle conversazioni: 2.17 la media dei messaggi che un utente ha scambiato con Pascalino.
  • Fasce orario di maggior utilizzo: intorno alle ore 11:00

Una relazione più umana

Una ricerca del Mit Technology Review Insights e di GE Healthcare (la divisione medicale di General Electric), afferma che l’uso dell’intelligenza artificiale potrà far risparmiare al personale medico fino a due terzi del tempo, e lasciare più spazio proprio alla relazione con i pazienti.

Non si tratta di sostituire quindi il rapporto medico-paziente con una tecnologia artificiale, ma al contrario di delegare alcune delle operazioni e dei processi di carattere burocratico/amministrativo ad una macchina per permettere allo staff sanitario di concentrarsi proprio sulla relazione umana con il paziente.

Leggi anche: “4 modi per abbattere la diffidenza dei tuoi clienti sugli assistenti virtuali

Ti potrebbe interessare